Rapimento alieno

Da Ufopedia.

(Reindirizzamento da Abduction)
Schematizzazione di un rapimento alieno nell'immaginario collettivo

Un rapimento alieno (in inglese il termine entrato nella terminologia ufologica contemporanea è abduction, letteralmente abduzione) è il presunto rapimento di esseri umani da parte degli UFO, ritenuto un fenomeno reale da alcuni sostenitori dell'ufologia. Numerose persone in tutto il mondo avrebbero espresso la credenza di essere state rapite da esseri alieni, e condotte a bordo di veicoli spaziali o in luoghi difficilmente accessibili, come basi militari sotterranee, dove affermano di ritenere di avere subìto esami di tipo medico.

Secondo i sostenitori delle teorie ufologiche e contattiste, questo tipo di "rapimenti" avrebbe scopi scientifici; ovvero, secondo loro, esseri di presunta origine extraterrestre avrebbero utilizzato delle cavie umane (o animali) per condurre degli esperimenti scientifici, di natura non meglio precisata.

Dal punto di vista scientifico non vi è alcuna prova che questi "rapimenti" siano realmente avvenuti. Solitamente la comunità scientifica imputa il fenomeno (cioè la convinzione di essere stati rapiti da creature aliene) ad altre cause, generalmente di tipo psicologico ed in alcuni casi psicopatologico.

Il fenomeno, detto anche incontro ravvicinato del IV tipo secondo la classificazione Hynek, è stato descritto da chi sostiene di averlo vissuto come un'esperienza sovente invasiva e traumatica. Secondo alcune testimonianze dei cosiddetti "rapiti", gli esseri di presunta origine extraterrestre cancellerebbero apparentemente la memoria dell'evento nel soggetto "rapito" per un periodo di tempo spesso prolungato. Secondo alcune correnti dell'ufologia, la stessa memoria dell'evento potrebbe essere recuperata attraverso sedute di ipnosi regressiva e con la programmazione neurolinguistica - tecniche che tra l'altro non sono considerate scientifiche in ambito psicologico.

I "rapiti" descrivono spesso sale con dei lettini simili a quelli medici sui quali vengono analizzati. Alcuni "rapiti" riferiscono di avere delle sonde o impianti inseriti dagli alieni nel loro corpo, altri ancora di avere avuto rapporti esogamici con essi. In questi ultimi casi, l'attività sessuale avvenuta fra umani e alieni è spiegata, dai "rapiti" o dai sostenitori delle teorie complottiste, come probabilmente volta a generare una razza mista, in parte umana e in parte aliena. Riguardo questo tipo di contatti, la classificazione parla piuttosto di incontro ravvicinato del V tipo.

Secondo alcuni psichiatri, ci sarebbe una spiegazione più semplice e razionale al "vuoto temporale", ed ai temi tipici raccontati dai presunti "rapiti": l'esperienza del rapimento potrebbe in realtà ricondursi a un vissuto traumatico del soggetto, a sua volta oggetto di rimozione, che in questo caso prenderebbe la forma dissociativa ed allucinatoria del c.d. "vuoto temporale".

Secondo alcuni ufologi l'attuale fenomeno delle abducions potrebbe configurarsi come il rapimento della Chiesa di cui parlano i cristiani evangelici. Inoltre le navi fantasma potrebbero essere navi che hanno incontrato un UFO che ha rapito tutto l'equipaggio.

Ci sono racconti di ragazzi che affermano di aver fatto servizi militari spaziali ventennali ed essere tornati a casa il giorno stesso del prelevamento (con esperienza rimanente o ricordi accessibili solo con ipnosi regressiva) e alla stessa età. Se fosse vero vorrebbe dire che la flotta spaziale terrestre sarebbe già in guerra (forse assieme alla flotta della FG) alla frontiera o per colonizzazione di pianeti di stelle vicine (evidentemente abitati). Inoltre implicherebbe anche l'utilizzo della macchina del tempo e di tecniche di interruzione del processo di invecchiamento (come col pane della vita degli anunnaki, ma ciò forse richiederebbe una predisposizione genetica del soggetto). Nel caso ci abbiano assegnato o si sia riusciti a conquistare pianeti nella fascia abitabile e acqua allo stato liquido, probabilmente sta già avvenendo un trasferimento di coloni ben più in là del sistema solare (e eventuali basi su mercurio, marte o la luna sarebbero solo piccole basi come quelle antartiche).

Indice

Casi principali

Tra i casi più celebri vi è il presunto rapimento del taglialegna Travis Walton: dalla sua esperienza e dalle testimonianze raccolte è stato tratto anche il noto film di fantascienza Bagliori nel buio (Fire in the sky).

Il 5 novembre 1975 sette taglialegna dell'Arizona (USA), tornando verso le loro case con il camion, avrebbero visto una "strana" luce discoidale nel bosco. Uno di loro, Travis Walton, avvicinatosi, sarebbe stato colpito da un raggio di luce, mentre i suoi compagni fuggivano dalla paura. Walton riapparve solo dopo cinque giorni, in stato confusionale, raccontando di essersi svegliato all'interno di una strana cella metallica disteso su un tavolo operatorio, e attorno a tre esseri alti circa un metro; avrebbe cercato di scappare, ma sarebbe stato afferrato da "strani esseri" più alti, che dopo avergli sistemato una maschera sul viso, lo avrebbero riaddormentato. Avrebbe sentito gli esseri dire che non volevano fargli del male, solo studiare "gli strani esseri del pianeta", in perfetta lingua inglese.

Un altro caso notorio è quello dei coniugi Hill, che sarebbero stati rapiti mentre tornavano da un viaggio in Canada la notte fra il 19 e il 20 settembre 1961 [1].

In Italia l'episodio più noto di presunto rapimento alieno, per quanto controverso, è quello dell'ex metronotte genovese Fortunato Zanfretta.

Storia dei casi

Secondo alcuni ufologi, i primi "rapiti" della storia sarebbero stati i coniugi Hill [2].

Sempre secondo alcuni sostenitori del movimento ufologico/contattista, esisterebbero dei cosiddetti "impianti" (definiti anche microimpianti) estratti dal corpo dei soggetti che sostengono di essere stati rapiti [3]. Nonostante secondo le analisi fino ad oggi condotte su questi oggetti essi sembrino artefatti, l'opinione prevalente nel mondo scientifico è che essi siano dei microframmenti meteoritici (questa linea sembrerebbe pilotata dai governi, proseguendo col cover up).

Probabili motivazioni

I principali alieni responsabili dei rapimenti sono i Grigi, che spesso sono commissionati, diciamo così, dai Rettiliani.

Il loro scopo principale è unire il nostro DNA al loro per creare razze ibride e trovare una soluzione alle loro malattie. Esistono però degli scopi più spirituali: essi si nutrono della nostra energia emozionale. Questo avviene perché i Grigi non provano emozioni.

Non è assolutamente vero che questi alieni ostili prelevano esseri umani per rubargli l’anima o altre sciocchezze simili, è questione di rotazione della Merkaba.

La Merkaba degli esseri che provano emozioni ruota in senso orario, quella degli esseri freddi o privi di sentimenti ruota in senso anti-orario o proprio non ruota!

I Grigi sono molto vulnerabili alle emozioni forti per il semplice fatto che non le conoscono. Le due emozioni più forti provabili dall’uomo sono l’amore e l’odio, facce della stessa medaglia.

I rettiliani ci sono superiori sotto molti aspetti, ma non comprendono le emozioni perché la loro merkaba è ferma. Questo ne limita la riproduzione e la comprensione dell’universo.

Ci sono poi stati casi di persone rapite da esseri negativi, ma di aspetto umano, per esempio biondi identici ai Pleiadiani: allora questi esseri possono essere stati gli Anunnaki (fino a che sono entrati nella FG) oppure pleiadiani di Aldebaran.

Ci stanno colonizzando?

New Jersey, 3/6/2010 – Durante la trasmissione radiofonica statunitense “The Kate Valentine Ufo show”, il famoso ricercatore americano Budd Hopkins, pioniere di fama mondiale nello studio sulle abduction aliene, è stato molto chiaro: gli alieni attraverso i rapimenti stanno conducendo esperimenti miranti a creare una nuova razza ibrida (per metà umana e per l’altra metà aliena) che andrà ad integrarsi con la razza umana sul nostro pianeta. Dopo 30 anni di studi ed oltre 700 casi di rapimento esaminati Hopkins, presidente della Fondazione Intruders, organizzazione dedita allo studio e alla ricerca scientifica dei rapimenti e al sostegno psicoterapeutico agli addotti, ne è convinto. Secondo il ricercatore, coloro che vengo rapiti sono destinati ad esserlo di nuovo nel corso della loro vita: il ripetersi di queste abduction avverrebbe per due motivi: l’esame del sistema centrale nervoso e del sistema riproduttivo umano. Sono ormai innumerevoli le persone che scoprono di aver subito, nel corso della loro vita, una o più esperienze di adduzione: oggi, i ricordi di questi sequestri vengono recuperati mediante tecniche di ipnosi regressiva che permettono all’addotto di rivivere inconsciamente quanto accaduto e di ricostruire insieme allo psicoterapeuta lo scenario dell’abduction. Durante i suoi studi sistematici Hopkins ha esaminato moltissimi casi in cui le donne rapite verrebbero rese “gravide”, attraverso sofisticate tecniche di inseminazione artificiale; dopo un periodo di gestazione (più breve di quella umana) queste gravidanze sparirebbero letteralmente e successivamente, nel corso di nuovi rapimenti, i feti verrebbero presentati alle “mamme terrestri” come risultato delle loro maternità perdute. Lo scienziato ha poi espresso il suo disappunto per l’approccio scientifico che viene generalmente adottato in merito al fenomeno UFO: “La scienza,” ha dichiarato, “dovrebbe essere interessata a risolvere i problemi ed i misteri del mondo. Esiste oggi una straordinaria richiesta di indagine su questi fenomeni, ma la scienza ufficiale si rifiuta di far luce sul più grande mistero del nostro tempo ”. Egli è sempre andato controcorrente, fin dall’inizio del suo studio sugli UFO e del suo interesse per i rapimenti da parte dei loro occupanti, attirando su di sé non poche polemiche.

Alcuni ufologi commentano la cosa dicendo che se questi ibridi venissero portati sul pianeta dei Grigi (sembra su Serpo, del sistema di Zeta Reticuli) la cosa potrebbe anche andare, ma che la colonizzazione aliena del nostro pianeta non prefigura una buona posizione dell'umanità per il futuro demografico terrestre. Basti pensare che già abbiamo i nostri problemi a far convivere civilmente le varie etnie umane della Terra, ci mancano anche quelle aliene. Sembra che in passato si siano già generati degli ibridi umano-andromediano, esattamente in Cina (vedi gli scheletri di Baian-Kara-Ula). Inoltre alcuni ufologi dicono che i mediorientali discendono dagli alieni Siriani e le popolazioni caucasiche del nord dai Pleiadiani. Zecharia Sitchin sostiene che l'Homo Sapiens Sapiens (cioè tutti gli uomini della Terra, cinesi, indiani, bianchi, neri) sarebbe stato frutto di ibridazione Anunnaki-Homo Erectus 300.000 anni fa in sudafrica. Secondo altri ufologi da questa ibridazione sarebbero derivati solo i neri africani.

Ipotesi sui rapimenti alieni di G. Pellegrino

Uno degli elementi inquietanti della fenomenologia ufologica sono senza dubbio i rapimenti di esseri umani effettuati dall’entità che guidano gli UFO. Ancora più degno di nota è il fatto che quasi tutti i rapiti ricordano la loro esperienza solamente sotto ipnosi cosa che prova che i rapiti subiscono una evidente manipolazione psicologica da parte dell’entità che li rapiscono. A volte gli individui vengono rapiti addirittura nel loro letto , particolare questo di notevole importanza . A riprova del fatto che almeno una parte dei rapimenti sono reali c’è il fatto che a volte sul corpo dei rapiti sono state trovate delle cicatrici . Altro particolare da mettere in evidenza è il fatto che alcuni individui sostengono di essere stati rapiti diverse volte , anche a distanza di vari anni .Tale fatto farebbe pensare che le entità che effettuano i rapimenti scelgono alcune persone e li tengono sotto controllo per anni per motivazioni che è difficile immaginare. Riguardo la morfologia delle entità che effettuano i rapimenti dobbiamo dire che diverse razze di alieni sembrerebbero essere coinvolte in tale fenomeno . Le entità più frequentemente chiamate in causa sono i cosiddetti “ grigi “ ma esistono anche casi in cui i rapitori sono descritti come esseri alati , altissimi , simili ad insetti oppure seppur raramente come esseri Rettiloidi . A volte i rapitori vengono descritti come esseri che somigliano molto agli uomini. Come si vede i testimoni dei rapimenti hanno descritto esseri dalla morfologia molto diversa fatto questo che farebbe pensare che molte sono le razze aliene che visitano la terra . Spesso i rapitori eseguono delle visite mediche o degli esperimenti sui rapiti di vario tipo fatto che farebbe pensare che le entità che effettuano i rapimenti stanno compiendo studi moto accurati sugli esseri umani . Inoltre, a volte sotto la pelle dei rapiti vengono individuati con delle radiografie degli oggetti non identificati , fatto che prova in maniera evidente la realtà del rapimento . In rari casi tali oggetti denominati impianti sono stati estratti dal corpo degli individui rapiti . Quali commenti è possibile fare sulle principali caratteristiche di tali rapimenti? Riguardo il fenomeno della “ Missing time” ( vuoto temporale) per cui la vittima del rapimento presenta quasi sempre un’amnesia circa l’accaduto eliminabile solo con l’ipnosi è difficile fare ipotesi . La considerazione più importante che possiamo fare a riguardo è che non sappiamo fino a che punto i ricordi riemersi nel corso dell’ ipnosi corrispondono agli eventi accaduti durante il “ Missing Time”. Non possiamo escludere che l’entità responsabili dei rapimenti abbiano la possibilità di fare in modo che anche sotto ipnosi i rapiti ricordino solo in parte gli eventi accaduti . Possiamo anche pensare che tali entità riescono a controllare anche l’inconscio dei rapiti in maniera così forte e profonda da fare emergere nel corso dell’ipnosi anche falsi ricordi . Di conseguenza è possibile che gli eventi più importanti che avvengono nei rapimenti non siano mai stati descritti dai rapiti sotto ipnosi . Appare evidente che questa ipotesi è molto inquietante e getta una luce ancora più sinistra sul fenomeno dei rapimenti . È anche possibile ipotizzare che i rapiti vengano robotizzati dalle entità responsabili dei rapimenti . Molto difficili da commentare sono i disturbi psicofisici ( nausea ,mal di testa, incubi notturni etc.) che si manifestano spesso nei giorni successivi al rapimento . Se da un lato possiamo ipotizzare che tali disturbi possono essere dovuti agli esperimenti effettuati dagli alieni sugli esseri umani , non possiamo tuttavia non tenere presente che anche nelle ossessioni e nelle possessioni demoniache si verificano nausee vomito ed incubi notturni . Un'altra caratteristica molto interessante è la ciclicità che sarebbe presente in un numero non trascurabile di rapimenti . Tuttavia, la caratteristica che dev’essere commentata in maniera più approfondita è il fatto che un dato numero di rapimenti viene effettuata dai cosiddetti “ visitatori in camera da letto” . Tale modalità di rapimento dà luogo a una serie di fenomeni detti “ sindrome DIANA “ dove con questa sigla si intende “ delirio individuale da aggressione notturna aliena” La sindrome DIANA è molto inquietante per vari motivi . In primo luogo, prima dell’apparizione dei presunti alieni nella camera da letto della vittima avvengono fenomeni simili a quelli causati dai demoni o dagli spiriti( apparizioni di luci ,rumori strani, esplosioni ,incapacità di muoversi da parte dei rapiti .” In secondo luogo, le vittime di tali fenomeni ( soprattutto donne ) vengono possedute sessualmente dall’entità che effettuano i rapimenti cosa che accade anche nelle possessioni demoniache ( incubi e succubi sono due categorie di demoni che i demonologi conoscono molto bene in quanto avrebbero rapporti sessuali con le persone possedute . Infine, le vittime di questi rapimenti che avvengono nella camera da letto acquisiscono spesso delle tendenze religiose che ben s’inquadrano nella nebulosa magico -esoterica -religiosa tipica della nuova religiosità del tutto incompatibile con la religione cattolica . Mettiamo altresì in evidenza che i rapiti all’interno della camera da letto vanno incontro all’acquisizione di poteri paranormali di vario tipo. Prenderemo ora in considerazione un altro elemento molto interessante riguardante i rapimenti alieni ovvero il fatto che i rapiti sostengono che gli alieni spesso affidano loro dei messaggi per il genere umano . Uno studioso italiano il dr Gennaro Pepe sta effettuando delle ricerche sui messaggi alieni riportati dai rapiti . Il dr. Pepe è un medico psicoterapeuta ed ipnoterapeuta che si occupa da molti anni del fenomeno dei rapimenti alieni e più precisamente del problema delle interazioni tra umani e alieni . Il dr. Pepe ha costituito un gruppo di supporto grazie allo studio che ha effettuato su numerosi soggetti che dichiaravano di essere stati rapiti . Molti dei messaggi raccolti dal dr.Pepe parlano dell’arrivo di una Grande Rivoluzione che dovrebbe far sentire i suoi effetti in tutti i settori della vita umana . Il motivo delle ricerche condotte dal dr, Pepe è quello di cercare di comprendere le reali finalità che si nascondono dietro i rapimenti alieni . Egli ha preso come esempio le ricerche del famoso psichiatra americano John Mack scomparso nel 2004 . Mack era una delle figure più importanti a livello mondiale per quello che riguarda le abductions . Come abbiamo detto in precedenza i messaggi alieni riportati dai rapiti parlano spesso del sopraggiungere in tempi relativamente brevi di una grande rivoluzione e pertanto esortano gli esseri umani a prepararsi sia spiritualmente che materialmente a tale mutamento epocale. In altri termini gli alieni parlerebbero di eventi che dovrebbero sconvolgere tra non molto tempo la vita e la visione del mondo degli uomini della terra . Questo a dire di Pepe i rapimenti di esseri umani da parte degli alieni sarebbero aumentati in questi ultimi anni proprio allo scopo di preparare l’umanità a questo evento epocale. Volendo sintetizzare al massimo grado il contenuto dei messaggi provenienti dagli alieni potremmo dire che gli alieni ci vogliono comunicare che il momento della battaglia finale tra le forze del bene e quelle del male è molto vicino . Secondo tali messaggi i rapiti dovrebbero svolgere il compito di sensibilizzare il genere umano sull’imminente arrivo di tale battaglia finale che altro non è che la manifestazione attuale dell’eterna lotta tra le forze del bene e quelle del male . I messaggi provenienti dagli alieni hanno un forte significato dal punto di vista della storia delle religioni in quanto l’aspetto religioso che spesso emerge dai discorsi dei rapiti è molto evidente e rilevante . Un’ altro elemento molto importante del fenomeno dei rapimenti alieni sono gli impianti che vengono in alcuni casi trovati nel corpo dei rapiti . Jeremy Corbell è un documentarista di fenomeni paranormali che da molto tempo si è interessato agli UFO e alieni e più particolarmente di rapimenti e impianti alieni. Corbell dopo numerose indagini si è concentrato sul chirurgo Roger Leir che è stata una figura prestigiosa e di spicco riguardo la ricerca scientifica sui rapimenti alieni . Leir col suo gruppo di chirurghi ha eseguito molti interventi su presunte vittime di sequestro alieno ottenendo come risultato tredici differenti oggetti che si ritiene siano impianti alieni. Il dr. Leir è stato coinvolto in altri settori inerenti alle prove concrete di presenze ET sulla terra . Molto interessante è lo studio compiuto da Leir su un famoso caso di rapimento alieno dal momento che insieme ad altri scienziati mondiali ha completato uno studio sul DNA contenuto in un impianto alieno di un caso avvenuto in California. Corbell afferma che il fenomeno degli impianti alieni anche se sembra molto fantascientifico merita uno studio più approfondito con ricerche e test che andrebbero fatte con molta serietà così come afferma il dr. Leir prima della sua morte avvenuta nel 2014. Riteniamo ora opportuno dire qualcosa sui due più famosi casi di rapimenti alieni avvenuti negli ultimi decenni . Il primo caso di rapimento alieno è stato quello dei coniugi Betty e Barney Hill, i quali affermano di aver vissuto un’esperienza di rapimento molto traumatica nel 1961 . Sebbene la coppia non avesse nessun ricordo immediato del presunto incontro Betty ha raccontato di avere incubi terribili in cui si trovava su un veicolo alieno con suo marito e veniva sottoposta a esami approfonditi. Il dr. Benjamin Simon uno psichiatra di Boston ha condotto molte sedute di ipnosi durante le quali sono emersi numerosi dettagli del rapimento e persino una breve conversazione che Betty aveva avuto con uno degli alieni. Il dr. Simon è giunto alla conclusione che il rapimento è realmente avvenuto . Un’altra storia è quella di Travis Walton il cui racconto dell’incontro ravvicinato è stato trasportato sul grande schermo con il film intitolato” Bagliori nel buio” . Walton vide un disco volante si avvicinò al veicolo e venne colpito da un raggio di luce proveniente dal disco . Anche altri testimoni assistettero a tale avvistamento ma fuggirono freneticamente credendo di essere colpiti a loro volta dal raggio . Dopo essere scomparso per cinque giorni Walton ha raccontato di essere stato circondato da creature umanoidi . Secondo Walton egli sarebbe stato colpito dall’energia sprigionata dal veicolo alieno cosicché gli extraterrestri si sarebbero sentiti in obbligo di prendersi cura di lui . Per confermare la sua storia Walton si è sottoposto a un test con la macchina della verità poco dopo il suo ritorno . Risulta molto difficile capire perché gli alieni stiano rapendo gli esseri umani e perché li sottopongano ad esami approfonditi che lasciano segni fisici ed emotivi . Forse che sono spinti dalla semplice curiosità ? un po' come facciamo noi sugli animali che vivono nella natura selvaggia per poterli conoscere meglio. Altre teorie ritengono che gli alieni rapiscano gli esseri umani per altri motivi più inquietanti : modificazioni genetiche , incontri sessuali per la produzione di ibridi o cloni , tentativi di robotizzare gli esseri umani .

Prof. Giovanni Pellegrino

Su YouTube

aahttps://www.youtube.com/watch?v=VznSUubHvnA

Note

1^ Alessandro Sacripanti: UFO: il fenomeno dei dischi volanti

2^ John Fuller: 'Prigionieri di un UFO, Armenia 1974

3^ Roger K. Leir, The Aliens and the Scalpel: Scientific Proof of Extraterrestrial Implants in Humans, Book Tree, 2005.

Bibliografia

Voci correlate

Collegamenti esterni

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Menu principale
Strumenti