Sitchin Zecharia

Da Ufopedia.

(Reindirizzamento da Zecharia Sitchin)
Zecharia Sitchin

Zecharia Sitchin (Zaxariya Sitçin in azero, Baku, 11 luglio 1922 - New York, 9 ottobre 2010) era uno scrittore e assirologo azero. E' stato un traduttore dal sumero, filologo, archeologo amatoriale, appassionato linguista, nonché giornalista e autore di numerosi libri sulla cosiddetta archeologia misteriosa o archeologia di frontiera, sostenitore della teoria dell'antico astronauta come spiegazione dell'origine dell'uomo.

Egli attribuisce la creazione dell'antica cultura dei Sumeri, ma più in generale della razza umana, ad una civiltà aliena, detta Nefilim e/o Elohim (in ebraico) o Annunaki (in sumero), proveniente dal pianeta Nibiru, un ipotetico 12º pianeta del sistema solare dal periodo di rivoluzione di circa 3600 anni presente nella mitologia babilonese.

Sitchin afferma anche che in corrispondenza della fascia principale degli asteroidi del sistema solare si sarebbe trovato anticamente un pianeta che i Sumeri chiamavano Tiamat che sarebbe previsto dalla formula di Titius-Bode.

Il punto di vista di Sitchin non è supportato dalla comunità accademica e le sue ipotesi non vengono considerate attendibili poichè vengono ritenute prive di prove a sostegno, gli ufologi ribattono che gli accademici statali se ammettessero certe cose rischierebbero il licenziamento (vedi teoria del complotto o cover-up). Le teorie di Sitchin andrebbero secondo alcuni nella categoria del Creazionismo non-religioso (cioè sarebbero una variante dell'ateismo), ma lo stesso Sitchin riporta nei suoi testi nozioni di Evoluzione teistica (cioè Dio avrebbe creato l'Universo col Big Bang e in futuro giudicherà le creature col Giorno del Giudizio).

Nell'attestazione sumerica de "Il libro perduto del dio Enki" (pag.19) si dice:

«In futuro verrà dato un giudizio, perché alla fine dei giorni vi sarà il Giorno del Giudizio. Quel giorno la terra tremerà e i fiumi cambieranno il loro corso, vi sarà oscurità a mezzogiorno e un fuoco nei cieli di notte, sarà il giorno del ritorno del Dio celeste. E quel giorno si scoprirà chi è destinato a sopravvivere e chi a perire, chi sarà ricompensato e chi sarà punito, dèi (alieni di Nibiru) e uomini senza alcuna distinzione; perché quello che avverrà sarà determinato da quello che è accaduto; quello che era destinato si ripeterà come in un ciclo e quello che era deciso dal Fato ed era avvenuto solo per volere del cuore, nel bene o nel male, verrà sottoposto a giudizio

Indice

Il personaggio

Zecharia Sitchin, nato l' 11 luglio 1920 a Baku, é stato uno scrittore ebreo azero, vissuto per oltre 30 anni in Palestina, e infine residente negli Stati Uniti, a New York. Durante il suo soggiorno in Palestina, Sitchin apprende l'ebraico antico e impara a leggere e tradurre la scrittura cuneiforme sumera. Si laurea in economia politica in Inghilterra, ritorna in Israele dove svolge il ruolo di consulente per alcuni giornali locali. Da sempre appassionato di storia, archeologia e profondamente religioso, Sitchin dedica gran parte della sua gioventù a raccogliere materiale sulle culture 'preistoriche' fino alla stesura del suo primo libro: Il pianeta degli dei. Muore a New York il 9 ottobre 2010.

Le teorie

La teoria sitchiniana, esplicata attraverso i suoi libri, é la seguente: Il nostro sistema solare avrebbe come membro, oltre a quelli conosciuti, un pianeta che viaggia su una orbita molto ellittica, con un periodo di rivoluzione intorno al sole di circa 3600 anni. Questo pianeta (chiamato Nibiru dai sumeri e Marduk dai babilonesi), quando il nostro sistema solare era in via di formazione circa 4 miliardi di anni fa, venne a trovarsi in posizione tra Marte e Giove dove un suo satellite ebbe una sorta di scontro cosmico con un pianeta che si trovava in traiettoria (chiamato Tiamat). Dallo scontro, Tiamat venne sbalzato assieme a un suo satellite (Kingu) tra Venere e Marte dando origine al sistema Terra-Luna; un'altra parte di Tiamat, sotto forma di frammenti, ricadde sulla neo-luna, e i residui dei satelliti di Nibiru e di Tiamat furono scagliati lungo una orbita oblunga e retrograda dando origine alle comete, altri pezzi rimasero sul luogo dell'impatto tra Marte e Giove generando la fascia degli asteroidi. Nibiru, che ospitava sulla sua superficie forme di vita organica a livello macromolecolare, trasferì nell'urto parte di questa materia sul pianeta colpito. Secondo Sitchin la vita Nibiru si evolvette molto più velocemente che sul nostro, tanto che la civiltà che lo abitava (chiamati nei testi sumerobabilonesi Anunnaki), 450.000 anni fa circa, viaggiò fino alla Terra per fondarvi una colonia, intraprendendo lavori di estrazione di minerali, in particolare di oro. Furono fondati così i primi insediamenti nel medioriente, luogo di atterraggio degli abitanti del pianeta, e fu stabilita una gerarchia di comando per i lavori. In seguito a un ammutinamento di alcuni lavoratori, 300.000 anni fa circa, uno degli scienziati venuti dal pianeta (Enki), creò l' Homo Sapiens (Lulu) mescolando l' ovulo di una ominide terrestre con il suo sperma per creare una serie di individui che portassero avanti le operazioni di estrazione al posto degli extraterrestri. Successivamente attraverso operazioni di ingegneria genetica questi esemplari furono resi capaci di procreare. Si diffuse così l' homo sapiens nel pianeta, in particolar modo nell' Africa, nel medio oriente, e nella valle dell' Indo. Secondo Sitchin le storie raccontate dalla Bibbia, e quindi la genesi, il diluvio universale, la vicenda di Sodoma e Gomorra, ma anche alcuni racconti lasciatici dalle culture egizie e mesopotamiche, ma anche dai popoli del continente americano, non sarebbero altro che delle 'cronache' dei tempi in cui questi esseri abitavano sul nostro pianeta. Infatti la teoria di Sitchin sostiene che sia la civiltà egizia, sia quella mexicana e quella peruviana, siano nate da quella sumera con l' aiuto di gruppi di Anunnaki. Sitchin porta nei suoi libri l' evidenza di ciò analizzando decine e decine di testi ritrovati sotto forma di tavolette in scrittura cuneiforme. Sitchin sostiene che la prima civiltà terrestre, quella sumera, non fu altro che un prodotto della decisione di questi esseri extraterrestri di 'educare' i loro lavoratori creati ad hoc, concedendogli la regalità, la pastorizia, l' allevamento, e la capacità di creare una società. Sitchin mette in correlazione i miti e le storie tramandate da diverse culture del nostro pianeta, risalenti a migliaia di anni fa e sparse su tutto il globo. Fa notare, e spiega, tutti i punti di contatto tra queste culture, portando a volte evidenze storiche, a volte scientifiche, e spesso linguistiche.

Indizi a favore delle sue ipotesi

Numerosi indizi in campo scientifico, letterario, archeologico sembrano dare supporto alle tesi avanzate da Sitchin o quantomeno fornire un background che ne attesta l'effettiva possibilità. In particolare il suo primo libro contiene alcune affermazioni derivate dalle sue personali traduzioni dei testi sumeri che dopo alcuni anni potrebbero aver avuto conferma.

Molte di queste informazioni vengono trattate da Sitchin molti anni prima dell'inizio degli studi sulla Eva mitocondriale e sull'Adamo cromosomiale-Y (come vengono definiti questi 2 'genitori'). Le sue uniche fonti sono la mitologia comune, l'analisi dei reperti archeologici, e di tavolette di argilla ritrovate qui e li nella zona della mesopotamia e conservate in vari musei.

Va fatto però notare che gli studi degli astronomi in questione non ipotizzano in nessun caso la presenza di questo pianeta e il suo passaggio nell'antichità, anzi hanno ottenuto quei risultati attraverso simulazioni che non prendono in considerazione l'esistenza di Nibiru.

Critiche alle sue teorie

Le principali critiche alle teorie di Zecharia Sitchin vengono da 2 autori:

Occasionalmente altri studiosi si sono pronunciati sopratutto sulla competenza linguistica di Sitchin. E' opinione diffusa nell'ambiente accademico, che le traduzioni di Sitchin siano sbagliate o volutamente manipolate e che egli approfittò del fatto che all'epoca in cui egli pubblicò il primo libro il sumero era una lingua conosciuta solo da pochi specialisti, mentre ora che esistono pubblicazioni di massa, sia possibile attraverso l'uso dei Lexicon chiarire gli errori di Sitchin.

Nel mese di luglio del 2011, il Prof. Verderame, docente di assiriologia dell'università di Roma, ha rilasciato un'intervista [27] ad un sito web dove critica fortemente le teorie di Sitchin, affermando tra l'altro "Nel mondo accademico non vi è alcuna considerazione dei lavori di Sitchin ed il suo nome, quale autore di opere pseudo-scientifiche, è pressoché sconosciuto. A prescindere dalla generale chiusura degli ambienti accademici, non esistono lavori di Sitchin che possano ritenersi scientifici, per varie ragioni. Sitchin, come altri autori del genere, costruisce le sue teorie sulla traduzione di passi e non sull’interpretazione del testo originale, nonostante proclami di essere l’unico a conoscere il cuneiforme". Alle critiche del prof. Verderame ha risposto l'appassionato di lingue antiche Alessandro Demontis, il quale ha prodotto un documento [28] di risposta.

Le presunte prove contrarie alle teorie di Sitchin sono state analizzate e invalidate dalle repliche di Alessandro Demontis, sul suo sito di divulgazione scientifica [29].

Gli ufologi sostengono che Sitchin e tutti gli ufologi vengono boicottati dagli accademici statali perchè i governi hanno deciso un cover-up sull'argomento UFO.

Su You Tube

Immagini

Bibliografia

Sitchin ha scritto 12 libri, tutti editi in Italia da PIEMME. Oltre ai libri, Sitchin cura, attraverso il suo discepolo/webmaster Erik Poltorak, un sito web dove si possono trovare degli articoli specifici su determinati argomenti inerenti le sue ricerche. I libri di Sitchin sono tradotti in oltre 20 lingue. Il suo primo libro Il pianeta degli dei é uno dei 10 libri più venduti al mondo, tradotto in 37 lingue compreso il braille e giunto alla 50a ristampa.

Note

1^ VA 243

2^ Corichanca

3^ Fertilizzazione In-Vitro su Wikipedia

4^ National Geographic sulla mutazione M168

5^ Spencer Wells sull' Adamo Y-Cromosomale

6^ The seven daughters of Eve - B. Sykes

7^ Brian Sykes

8^ Eva Mitocondria 200.000 anni fa

9^ What came before DNA?

10^ Montmorillonite-catalysed formation of RNA oligomers

11^ Soil colloids-bound plasmid DNA: Effect on transformation of E. coli and resistance to DNase I degradation

12^ un articolo

13^ What is going on in th solar system?

14^ non mostra variazioni significative

15^ Microaeroplano con propulsione ad acqua tramite laser

16^ Trasmutazioni di metalli produce energia tramite plasma confinato in acqua

17^ alcuni reperti

18^ Deciphrement of the Fuente Magna bowl

19^ Phoenicians in Brazil

20^ Egyptian Civilization Its Sumerian Origin and Real Chronology

21^ siano effettivamente specchio

22^ Collapse of the Akkadian Empire

23^ NASA Images Suggest Water Still Flows in Brief Spurts on Mars

24^ Primitive Asteroids In Main Asteroid Belt May Have Formed Far From The Sun

25^ Nessun sistema solare nel sigillo VA243

26^ Analisi del sigillo VA243

27^ un'intervista

28^ un documento

29^ Eclisseforum.it

Collegamenti esterni

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Menu principale
Strumenti